Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Un superstite è rimasto 48 ore aggrappato ad una boa

Cagliari: tre morti nel naufragio di una imbarcazione


Cagliari: tre morti nel naufragio di una imbarcazione
19/07/2010, 17:07

CAGLIARI - Erano dati per dispersi da domenica scorsa, i quattro sardi usciti in mare con un catamarano e poi non rientrati in porto. Uno dei quattro è stato rintracciato questa mattina aggrappato ad una boa di segnalazione poco fuori dal porto di Cagliari: si tratta di Andrea Maccioni, 30 anni, di Capoterra, in provincia di Cagliari. Si tratta del genero del proprietario del catamarano. Secondo quanto da lui stesso riferito, l'imbarcazione su cui i quattro stavano si è rovesciata verso le 22.30, a causa di una manovra sbagliata che ha squilibrato l'imbarcazione.
Le ricerche nel frattempo sono continuate ad opera dei Vigili del Fuoco, che hanno recuperato altri due corpi, ma non ci sono molte speranze di recuperare la terza persona scomparsa. Le tre vittime sono Giancarlo Pintus, 57 anni, proprietario dell'imbarcazione; il figlio Paolo, 31; Sandro Farci, 54 anni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©