Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rapporto Istat 2011

Calano i matrimoni, in Italia aumentano i riti civili


Calano i matrimoni, in Italia aumentano i riti civili
18/12/2012, 12:40

Nel rapporto Istat 2011, si registra un curioso dato per quanto riguarda  il numero dei matrimoni: nel 2011 ne sono stati celebrati 208.702, quasi 9mila in meno dell’anno precedente. Di conseguenza il tasso di nuzialità passa da 3,6 a 3,4 per mille.

Al Sud il tasso di nuzialità, pur se in calo (da 4,4 a 4,1 per mille), supera la media del paese. È quanto emerge dall’Annuario statistico italiano 2012 presentato oggi dall’Istat.

Il matrimonio religioso resta la scelta più diffusa (60,2%), ma sono sempre di più le coppie che decidono si sposarsi davanti all’ufficiale di stato civile (da 79mila nel 2010 a circa 83mila nel 2011).

È soprattutto al Sud che prevale un modello di tipo ’tradizionale’, dove la percentuale dei matrimoni celebrati con il rito religioso è del 76,3%, contro il 48,8% del Nord e il 50,1% del Centro.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©