Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia

Calci e pugni alla figlia di 10 anni, 54enne indagato


Calci e pugni alla figlia di 10 anni, 54enne indagato
04/05/2010, 20:05

PADOVA – Per oltre cinque mesi, una bambina di 10 anni ha subito le violenza del padre e della sua compagna.
Non solo vessazioni psicologiche, ma vere e proprie sevizie fisiche. Calci e pugni sferrati con violenza tanto da richiedere le cure dei medici in ospedale, dove la piccola è stata ricoverata per un mese.
Per questo, un uomo di 54 anni di origini egiziane e la sua compagna marocchina, sono adesso indagati per maltrattamenti in famiglia.
Una storia di ordinaria follia che arriva da Padova e in cui, ancora una volta, il papà si trasforma nell'orco cattivo delle favole.
Il 54enne, da anni residente in Italia, lavora nel campo dell'informazione. Ed  è proprio con lui e con la sua nuova compagna, che la bimba di 10 anni era rimasta a vivere dopo la separazione dei genitori. La madre naturale, un'italiana, infatti, a causa di precarie condizioni economiche, non può occuparsi della figlia.
Le violenze iniziano nel mese di settembre. Alcuni insegnanti della scuola frequentata dalla bambina, però, si accorgono che qualcosa non va soprattutto perché spesso la piccola si presenta con lividi sul viso e sulle braccia.
E' così che sono partite l'inchiesta della Procura dei minori e le indagini della polizia.
Quando la bambina viene ricoverata nel reparto di pediatria dell'ospedale civile, i poliziotti installano delle cimici per le intercettazioni ambientali che registrano le vessazioni psicologiche del 54enne nei confronti della figlia.
L'uomo è stato dunque indagato per maltrattamenti in famiglia. Nei suo confronti, inoltre, il gip ha emesso anche un provvedimento di divieto assoluto di avvicinare la bambina, inserita ora in una comunità protetta per evitare che possa avere contatti con il genitore violento.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©