Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Calciopoli, Moggi accusa l’Inter e Collina -video


.

Calciopoli, Moggi accusa l’Inter e Collina -video
03/12/2013, 17:06

Tutta colpa dello spionaggio industriale: Luciano Moggi è in fiume in piena nell’aula 316 del Tribunale di Napoli, dov’è in corso il processo d’appello Calciopoli. L’ex direttore generale bianconero ha preso la parola prima dei suoi avvocati e ha affrontato la prova regina, secondo l’accusa, dell’associazione per delinquere che avrebbe inquinato il mondo del pallone tra il 2004 e il 2006. Associazione per delinquere di cui lui sarebbe il leader incontrastato: ovvero, l’uso delle schede sim straniere. “Avevamo preso il calciatore Stankovic - ha ricordato - due mesi dopo il suo procuratore è sparito e ce lo siamo ritrovato all'Inter”, dice lanciando il sospetto che la squadra nerazzurra sarebbe stata la mandante di un’attività illegale di controllo ai danni del management juventino attraverso gli spioni Telecom. Moggi ha accusato inoltre gli investigatori di aver manomesso alcune intercettazioni, tagliandole a loro piacimento e “ad uso dell’accusa”. Contestazione, quest’ultima, poi ripetuta dal suo avvocato durante l’arringa conclusiva. Insomma, dice Moggi, i suoi comportamenti sarebbero stati sì criticabili, sotto il profilo etico, ma assolutamente non sanzionabili dal codice penale. “Non mi sono mai intromesso nelle designazioni, né alterato arbitraggi”, si è difeso a proposito del capo di imputazione che lo vuole in combutta con gli ex designatori arbitrali Pairetto e Bergamo. Gli strali di Moggi non hanno risparmiato nemmeno l’ex arbitro internazionale Pierluigi Collina che “passava per essere un arbitro sopra le parti, salvo poi allenarsi sul campo del Milan ed essere sponsorizzato a fine carriera dalla stessa azienda automobilistica sponsor del Milan”. La sentenza, prevista per martedì 10 dicembre, è slittata di un’altra settimana per le conclusioni dei collegi difensivi. Appuntamento, dunque, al 17 dicembre. Salvo imprevisti.

Commenta Stampa
di Simone di Meo
Riproduzione riservata ©