Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'ex del Milan: “Sono arrabbiato e offeso"

Calcioscommesse, indagati Gattuso e Brocchi -video

L’accusa : associazione a delinquere finalizzata alla truffa

.

Nella foto l'ex giocatore del Milan Gennaro Gattuso
Nella foto l'ex giocatore del Milan Gennaro Gattuso
17/12/2013, 16:17

CREMONA -  In corso dalle prime ore di stamane, una  nuova operazione della Polizia contro le scommesse clandestine nel mondo del calcio. L’operazione condotta  dalla squadra mobile di Cremona , Servizio centrale operativo, sta facendo registrare diverse  perquisizioni a carico di soggetti indagati.  Tra questi ultimi risulterebbero anche il giocatore del Milan e campione del mondo a Berlino, Gennaro Gattuso  e l'ex giocatore della Lazio Cristian Brocchi.  Secondo quanto si apprende, l'accusa ipotizzata nei loro confronti dalla procura di Cremona è associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva. Gattuso, dopo esser stato esonerato dal Palermo, è attualmente allenatore del Sion, in Svizzera; Brocchi, che oltre alla Lazio ha giocato con Milan, Inter e Verona, attualmente ricopre l'incarico di allenatore delle giovanili del Milan.  I provvedimenti, richiesti dalla procura di Cremona, sono relativi all'ultima fase dell'inchiesta “Last Bet”, partita a giugno del 2010, che ha già portato in carcere decine di giocatori ed ex giocatori anche di serie A, tra cui Beppe Signori, Cristiano Doni e Stefano Mauri. Oltre agli agenti della squadra mobile di Cremona e a quelli dello Sco, sono impegnati nelle perquisizioni diversi uomini delle questure interessate.  

 

AGGIORNAMENTO ORE 16 - “Sono arrabbiato e offeso. Sono sereno e vado a chiarire tutto, non voglio avere macchie sulla mia carriera. Non ho mai scommesso in vita mia”.  Queste le parole di  Gennaro Gattuso, usate per commentare la sua iscrizione nel registro degli indagati,  in merito al nuovo filone d’inchiesta della procura di Cremona nell’ambito del calcio scommesse. L’ex calciatore del Milan è stato  intercettato dai cronisti  nella stazione  Centrale a Milano.

Gattuso, come si legge su Sportmediaset, non trattiene la rabbia: “E' una roba assurda e incredibile perché non so cosa vogliano da me. Io non so cosa significhi truccare una partita, non saprei nemmeno da dove cominciare. Adesso vediamo cosa succede, ma sono certo di chiarire tutto”.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©