Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Legrottaglie: "I fallimenti rappresentino un'opportunità"

Calcioscommesse, ritorna libero Beppe Signori

L'ex bomber azzurro era agli arresti domiciliari

Calcioscommesse, ritorna libero Beppe Signori
14/06/2011, 19:06

CREMONA - Ritorna libero Beppe Signori per decisione del Gip di Cremona Guido Salvini. Nell'ambito dell'inchiesta sul calcioscommesse, infatti, era stato posto agli arresti domiciliari. Anche il presidente della Uefa. Michel Platini, è intervenuto sul caso. "Sono le cose che abbiamo detto tre anni fa e ora tutti si svegliano", ha spiegato. A Bruxelles per un incontro con il presidente della Commissione europea Josè Manule Barroso ha espresso la sua preoccupazione per la situazione. "Noi facciamo questa guerra da tre anni. Abbiamo investito tanti milioni per avere dei sistemi di allerta e facciamo - ha detto all'Ansa - quello che possiamo, poi deve essere la giustizia e la polizia a fare queste inchieste". A margine della presentazione di un libro di Finmeccanica il ministro dell'interno Roberto Maroni ha riferito che oggi a Roma ha firmato "il decreto che istituisce l'unità informativa, a cui partecipano Coni, Fgci, Unire e Monopoli di Stato per raccogliere tutte le informazioni sul mondo delle scommesse non solo calcistiche". Nicola Legrottaglie, ospite all'80/a edizione di Pitti Uomo, in corso a Fortezza da Basso ha dichiarato di nutrire speranze per una ripresa del mondo del calcio dopo l'ultimo scandalo. "Credo - ha detto Legrottaglie - che i fallimenti rappresentino anche un'opportunità, per lavorare su se stessi e conoscere meglio Dio. La mia esperienza personale mi insegna che c'é anche un calcio pulito, sano".

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©