Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dietrofront della Lega dopo il flop dell'iniziativa

Calderoli: "MInisteri al nord? No, solo sedi di rappresentanza"


Calderoli: 'MInisteri al nord? No, solo sedi di rappresentanza'
04/10/2011, 11:10

MONZA - Chi non ricorda tutto il can can nato per "il trasferimento dei Ministeri al Nord" voluto dalla Lega questa estate? A giugno e a luglio praticamente non si è parlato d'altro, a parte la manovra da 45 miliardi approvata in una settimana. Il 23 luglio inaugurazione con i ministri leghisti e gli uffici che dovevano ospitare ben quattro Ministeri: Semplificazione normativa (Calderoli), Riforme (Bossi), Economia (Tremonti) e Ambiente (Prestigiacomo). Poi l'annuncio, al primo settembre le sedi diverranno operative. E' passato il primo settembre, ma anche tutto il resto del mese e l'unica volta che un ministro si è visto da quelle parti è stato quando è stata fatta una riunione della Lega: erano presenti i Ministri leghisti Calderoli e Bossi e i presidenti di Provincia della Lega, oltre a Giulio Tremonti (che però smentì la sua partecipazione). Fatto per cui è stata avviata una indagine penale, dato che ci sarebbe il rischio di un atto di peculato.
Ma oggi è lo stesso Roberto Calderoli che smentisce tutto. Durante un incontro con rappresentanti del Pd brianzolo, tenuto proprio in quegli uffici, avrebbe ammesso che quelli non sono certo destinati ad accogliere i ministeri, ma sono solo sedi di rappresentanza, come diversi Ministeri hanno in varie parti d'Italia. Come sempre, mai credere ai leghisti

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©