Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Ondata di calore negli Usa: al buio 40 milioni

Caldo, oggi il picco dei 40 gradi. Rovesci in arrivo a nord


Caldo, oggi il picco dei 40 gradi. Rovesci in arrivo a nord
01/07/2012, 21:07

ROMA – LA colonnina di Mercurio continua a salire, tanto che oggi si sono sfiorati i 40, sempre grazie alla presenza sull'Italia dell'alta pressione di matrice africana. Secondo le previsioni del centro Epson Meteo, alla fine della giornata però tempo in peggioramento all'estremo Nord-Ovest per l'avvicinarsi di una perturbazione atlantica che domani porterà un po' di nuvole e qualche temporale in più al Nord, mentre martedì le correnti fresche che seguono la perturbazione attenueranno il caldo in gran parte del Centro-Nord. Quanto al centro-sud, il caldo dovrebbe permanere, magari meno intenso, almeno sino al 10-12 luglio.
Soprattutto la pianura Padana sarà un serbatoio di umidità, che farà soffrire per il caldo in particolare nelle ore notturne, quando l'umidità andrà alle stelle, ma questa energia servirà anche ad alimentare i forti temporali che interesseranno il Nord tra domenica e lunedì, con rischio di qualche nubifragio.
Lungo tutto la penisola si registreranno temperature sopra i 33/35 gradi, ma saranno facilmente raggiungili picchi di 38/40 gradi su molte zone interne delle regioni centro meridionali. Tra le città più roventi: Terni (40 gradi), Ferrara (39), Bologna (39), Rieti (39) Firenze (38), Foggia (38), Rovigo (38), Matera (37), Prato (37), Modena (37), Verona (37), Roma (37), Arezzo (36), Iglesias (36), Mantova (36), Bolzano (36) Cosenza (35), Campobasso (35), Reggio Calabria (34), Napoli (33).
Già in serata però dall'Atlantico arriverà una perturbazione che porterà violenti temporali e grandine su Alpi e Prealpi ma anche su Piemonte e Lombardia centro settentrionale. Da martedì le temperature subiranno un graduale calo di 3-4 gradi al centro-nord, ma continuerà a fare molto caldo al sud ove c'è preoccupazione per un'estate molto calda e lunga.
Secondo la Coldiretti,il giorno più caldo dell'anno arriva dopo un mese di giugno che ha chiuso classificandosi in Italia al secondo posto tra i più caldi di sempre, dietro solo a quello del 2003 segnato da una siccità storica. Le temperature a giugno 2012 sono risultate più calde di 3 gradi rispetto alla norma mensile del periodo 1961/90 ma il livello dei laghi al nord è ancora nella media anche se nel centro Italia e nelle regioni settentrionali ci sono situazioni preoccupanti.
Tempeste e caldo record anche negli Usa dove dall'Ohio al New Jersey ci sono state almeno 12 vittime a causa della tempesta, caratterizzata da temporali associati a raffiche di vento fino ai 130 chilometri all'ora, che ha colpito la costa atlantica degli Stati Uniti. Sono state circa 4 milioni le persone rimaste al buio durante la successiva anomala ondata di calore che ha portato le colonnine di mercurio oltre i 40 gradi. Tra le zone più colpite: l'area metropolitana di Washington, la Virginia, il West Virginia e il Maryland. Nel fornire l'ultimo bilancio della rovente estate americana la Cnn riporta le parole del governatore del Maryland, Martin O'Malley: "Quanto sta accadendo regge il confronto con l'uragano Irene" che lo scorso anno lasciò dietro di sé 20 morti sparsi in 8 Stati americani.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©