Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Calo negli acquisti, nonostante i prezzi ribassati

Calza della Befana, è tempo di crisi


.

Calza della Befana, è tempo di crisi
05/01/2011, 15:01

NAPOLI – Guardare e non comprare. Sembra essere questo lo slogan dei napoletani che affollano i mercatini addobbati a festa per l’Epifania. All’alba del fatidico 6 gennaio, la notte della Befana, soltanto in pochissimi acquistano dolciumi e cioccolata.
La tradizione che rendeva questa la ricorrenza più amata dalla città è ormai tramontata. Anche ai giocattoli è toccata la stessa sorte: le mamme e i papà si sono ormai adeguati alle passioni dei piccoli, cioè nuove tecnologie e videogiochi che hanno totalmente soppiantato le vecchie bambole ed i peluches.
La crisi dell’economia, insomma, ha investito anche uno dei settori più ambiti dai napoletani: si spende meno, soprattutto si comprano beni necessari. Il superfluo sembra non esistere più.
Così, nella notte dedicata solo a lei, la simpatica vecchina dalle scarpe rotte forse andrà a letto presto. Un po’ più triste per non aver potuto compiere il suo dovere.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©