Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Indagano i carabinieri

Camerota, atti intimidatori contro assessore Guzzo


Camerota, atti intimidatori contro assessore Guzzo
15/12/2010, 11:12


CAMEROTA (Sa) - Prima una lettera diffamatoria inviata via posta ad alcuni cittadini, poi le gomme squarciate all’auto usata dalla sorella. Vittima delle minacce l’assessore al Bilancio, al Commercio e ai Demani del Comune Pierpaolo Guzzo. La lettera anonima, con una serie di accuse contro l’operato politico dell’assessore, era stata recapitata circa un mese fa ad una decina di residenti. All’interno anche una serie di ingiurie rivolte a suoi familiari e parenti. «Una vigliaccata - commentò l’assessore - alla quale non do nessuna importanza». Ma a distanza di poche settimane Guzzo, che aveva probabilmente sottovalutato la prima intimidazione, è nuovamente bersaglio di ignoti. Venerdì sera è stata la sorella a scoprire l’ennesimo atto intimidatorio: gli pneumatici di tutte e quattro le ruote della sua vettura, una Mini Cooper, sono state squarciate con un attrezzo affilato. Squarci lunghi circa 15 centimetri che hanno reso impraticabile l’utilizzo dell’auto. L’assessore si è recato in caserma insieme alla sorella per denunciare l’accaduto. Tra i motivi collegati al raid vandalico, è ritenuta meno plausibile dagli inquirenti la pista connessa a bravate di ragazzini e più probabile, invece, che si tratti di uno sfregio diretto proprio contro l’assessore. Infatti, l’auto era parcheggiata in mezzo a tantissime altre vetture e se si fosse trattato di una bravata di ragazzini, avrebbero puntato anche altre auto e non solo le quattro ruote della Mini Cooper della sorella dell’assessore. Dunque la pista seguita è che si tratterrebbe di un atto di rivalsa o di vecchi rancori per motivi collegati all’attivitá politica di Guzzo, da parte di qualcuno che conosceva l’auto della sorella ed ha agito a colpo sicuro. I carabinieri indagano per capire se l’atto vandalico sia legato ad avvenimenti del passato, sfociati in una vendetta, oppure se si tratta di un avvertimento per provvedimenti che sono ancora in corso. L’attuale amministrazione comunale di Camerota fin dal suo insediamento si è contraddistinta per aver redatto provvedimenti poco popolari ma indispensabili per risanare le casse comunali. Le indagini potrebbero arrivare ad una svolta giá nelle prossime ore. Addirittura si sarebbe giá un sospettato ma gli inquirenti mantengono il massimo riserbo. «Si tratta di un atto gravissimo - ha commentato il primo cittadino di Camerota, Domenico Bortone - esprimo piena solidarietá all’assessore a nome dell’intera comunitá. Guzzo è un ottimo assessore - continua Bortone - sono certo che non si lascerá intimidire e continuerá con ancora più tenacia il suo incarico».

Commenta Stampa
di V.R.
Riproduzione riservata ©