Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Situazione sotto controllo grazie al sindaco Bortone

Camerota, pensionati occupano le poste


Camerota, pensionati occupano le poste
09/09/2009, 11:09


Servizi a singhiozzo alle Poste, cittadini occupano l’ufficio. E’ la protesta di una cinquantina di residenti che ieri mattina per alcune ore hanno occupato l’ufficio postale di Lentiscosa, frazione del Comune di Camerota. I residenti, tra cui molti anziani, hanno protestato per l’interruzione delle operazioni postali a causa del guasto di un terminale. «Dal primo settembre scorso l’ufficio non effettua alcuna operazione - spiega D. C., un cittadino del posto - Intanto, tanti anziani attendono di riscuotere la pensione mentre le scadenze si accumulano una sull’altra. Vogliamo risposte certe da Poste Italiane». Sul posto si è recato immediatamente anche il primo cittadino Domenico Bortone, accompagnato dall’assessore Enzo Del Gaudio: «Abbiamo subito inviato una nota alla Prefettura - rassicura Bortone - in cui abbiamo evidenziato i problemi che la comunitá di Lentiscosa è costretta a subire. L’atteggiamento delle Poste nei confronti di tantissimi cittadini è assolutamente inaccettabile. Gli uffici postali dovrebbero dare dei servizi ai cittadini e non dei disservizi, come sta avvenendo da giorni a Lentiscosa. In qualitá di primo cittadino - continua Bortone - adotterò ogni utile azione affinché questa situazione venga risolta al più presto. L’amministrazione comunale è vicina ai cittadini di Lentiscosa e tutelerá i diritti di tutti ad ogni costo». Dinanzi all’ufficio postale anche i carabinieri della locale stazione che hanno identificato alcuni manifestanti cercando di calmare gli animi. «Di qui non ci muoveremo fino a quando non avremo pagato tutte le bollette», è stato il coro unanime degli utenti "ribelli" che hanno deciso di «occupare» nientemeno che l’intero ufficio postale. «Ci prendete in giro, il sistema dei computer va benissimo, volete solo cacciarci fuori», sbraitava la gente davanti alla lunga vetrata dei prodotti Bancoposta. Problemi che non sono nuovi.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©