Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Diportisti multati dalla Guardia Costiera

Camerota, yacht vietati nel porto naturale degli Infreschi


Camerota, yacht vietati nel porto naturale degli Infreschi
11/08/2010, 09:08


CAMEROTA (Sa) - Stop all’ancoraggio selvaggio di yacht e motoscafi all’interno del porto naturale degli Infreschi a Marina di Camerota. Ieri pomeriggio gli uomini della Guardia costiera, dopo una lunga campagna di sensibilizzazione, hanno deciso di applicare le maniere dure: multati oltre venti diportisti che avevano ancorato all’interno della baia naturale. Nel mirino dei guardacoste numerose barche “vip” tra cui due di proprietà di parlamentari. La novità non è passata inosservata e, soprattutto, non è piaciuta a qualche diportista che in serata, inutilmente, ha cercato chiarimenti presso gli uffici della Capitaneria. Il divieto all’interno della Baia, da qualche mese divenuta area marina protetta degli “Infreschi e della Masseta”, arriva per evitare il sovraffollamento in una zona ricca di "Posidonia", la rara alga di notevole importanza ecologica che protegge la linea di costa dall' erosione. Fuori dal porto sono rimasti anche alcuni lussuosi yacht battenti bandiera inglese ed spagnola. Per monitorare l'ingresso e l' uscita delle imbarcazioni gli uomini della Capitaneria di Porto di Camerota, diretti dal maresciallo Antonio De Santis, hanno istituito un posto di controllo fisso con un gommone. Per i diportisti che eludono il divieto una contravvenzione di ben 340 euro. «Abbiamo intensificato i controlli lungo tutto il litorale della neo area Marina Protetta - spiega Santo Altavilla, comandante del Circondario marittimo di Palinuro – cerchiamo di assicurare quotidianamente la sicurezza in mare a diportisti e bagnanti e cerchiamo di tutelare il sistema eco-marino. Nella Baia degli Infreschi continueremo i controlli anche nei prossimi giorni – continua il comandante - perché in questo fondale ci sono delle specie protette. Per proteggere le praterie di Posidonia sono state installate già dallo scorso anno delle boe che risultano ecocompatibili e che hanno anche la funzione specifica di limitare l' affollamento di imbarcazioni all' interno del porto».

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.