Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La faida di Scampia alza il tiro ed entra in un asilo

Camorra: Ammazzato davanti ai bambini


.

Camorra: Ammazzato davanti ai bambini
05/12/2012, 16:27

NAPOLI – E’diventata una vera e propria guerra quella che si sta combattendo a Scampia senza esclusione di colpi e soprattutto senza curarsi del luogo dove si spara. Ennesimo morto di camorra all’ombra delle vele nella faida che sta insanguinando l’area a nord di Napoli. A cadere sotto i colpi dei killer il pregiudicato Luigi Lucenti, 50 anni, ammazzato proprio all’ingresso dell’asilo ‘F.lli Cervi’a Scampia. L’uomo era sceso di casa per un giro ed ha incontrato i suoi assassini. Da prima alcuni colpi d’arma da fuoco che non hanno raggiunto il bersaglio; poi la fuga verso la scuola dove Lucenti pensava di trovar riparo. E’ arrivato sulla pedana a pochi metri dal portone d’ingresso  ed è stato raggiunto e freddato dai killer che dopo sono fuggiti a bordo di una moto. Una guerra che non ha fine, i motivi sempre gli stessi: la faida tra gli scissionisti e gli adepti della vannella grassi, meglio conosciuti come ‘i girati’, che si contendono l’intero territorio a nord nel business milionario della droga. Per fortuna nessun bambino è rimasto ferito anche perché al momento dell’agguato erano tutti alle prove per la recita di Natale. Sul posto sono giunti i Carabinieri che hanno avviato le indagini di rito. Dalle prime notizie pare che Lucenti fosse uomo vicino al clan Abbinante degli Scissionisti, quindi si presuppone una missione punitiva del clan della Vannella Grassi di Secondigliano in risposta alle uccisioni di queste settimane.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©