Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Accusata di favoreggiamento nei confronti di Giuseppe Setola

Camorra, arrestata soldatessa nella caserma di Parolisi

Faceva da autista per lo spostamento dei latitanti

Camorra, arrestata soldatessa nella caserma di Parolisi
14/06/2011, 21:06

ASCOLI PICENO - Nella stessa caserma dove presta servizio Salvatore Parolisi, il caporalmaggiore dell'esercito vedovo di Melania Rea, la giovane donna originaria di Somma Vesuviana trovata uccisa ad aprile in un bosco del Teramano, e' stata arrestata oggi la soldatessa 25enne Laura Titta. La donna è tra le 11 persone arrestate questa mattina dai carabinieri di Aversa (Caserta) con l'accusa di favoreggiamento nei confronti del boss Giuseppe Setola e del suo gruppo. La soldatessa prestava servizio al Rav da 10 giorni. Considerata un'insospettabile, avrebbe avuto un ruolo importante nella logistica del clan prestandosi a fare da autista nello spostamento dei latitanti e a consegnare loro i pasti. Presso il 235/o reggimento Piceno di Ascoli, la soldatessa Laura Titta aveva svolto l'addestramento tra il 2009 e il 2010, quando si era arruolata per la prima volta nell'esercito. Aveva minacciato di uccidere l'ex fidanzato Giovanni Mola, oggi collaboratore di giustizia, se questi avesse parlato di lei agli investigatori: e' lo stesso Mola a riferirlo in alcuni interrogatori. Vittima di raptus di gelosia, è soprattutto questo lato del suo carattere che emerge dalle testimonianze del suo ex fidanzato.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©