Cronaca / Nera

Commenta Stampa

"'O micillo" era ricercato da due anni per droga e altro

Camorra, capozona dei Moccia preso nel Napoletano


Camorra, capozona dei Moccia preso nel Napoletano
20/04/2010, 15:04

NAPOLI -  carabinieri di Castello di Cisterna hanno arrestato alle 13 ad Afragola Modestino Pellino, 44 anni, detto 'o micillo, latitante da due anni e figura di spicco del clan Moccia egemone nel napoletano, proposto per l'inserimento nei 100 ricercati piu' pericolosi d'Italia. Pellino e' per gli investigatori uno dei capozona piu' potenti del clan, sovrintendendo alle zone di Caivano, Cardito, Crispano, Carditello, Frattamaggiore e Frattaminore, nonche' tra i piu' pericolosi componenti del 'gruppo di fuoco' dei Moccia. Grazie ai suoi rapporti con cartelli criminali confinanti, Pellino ha gestito molte attivita' illecite in quei comuni de napoletano, tra cui le estorsioni, traffico e spaccio di droga, traffico di armi. I militari dell'Arma, guidati da Fabio Cagnazzo, gli hanno notificato due provvedimenti cautelari, uno emesso dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere (deve scontare 1 anno e 4 mesi per violazione legge sulle armi) il 29 novembre 2008, e uno emesso dalla III sezione penale del tribunale di Napoli il 30 dicembre 2009 per ripristino della misura restrittiva per associazione a delinquere finalizzata a armi, droga, estorsioni e stupefacenti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©