Cronaca / Nera

Commenta Stampa

E' il fratello dell'assassino di Giancarlo Siani

Camorra: deve espiare pena, gli resta un giorno di galera


Camorra: deve espiare pena, gli resta un giorno di galera
23/02/2010, 19:02

NAPOLI - Tra pena da espiare e quella gia' espiata per lo stesso reato, Vincenzo Baccante, fratello di Luigi, in carcere per l'omicidio del giornalista del quotidiano 'Il Mattino' Giancarlo Siani, restera' in cella solo un giorno. Gia' noto alle forze dell'ordine, 64 anni, Baccante e' stato arrestato dagli agenti del commissariato di polizia Giugliano-Villarica (Napoli) in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli per l'espiazione della pena di anni 4 mesi 6 di reclusione e un anno di liberta' vigilata per il reato di associazione a delinquere di stampo camorristico. Ma avendo gia' trascorso un periodo in carcere per il medesimo reato, ora gli resta da scontare solo un giorno. L'uomo, annovera precedenti penali per falsificazione e spendita di monete, falsita' ideologica, lotto clandestino, reati contro la persona, associazione a delinquere di stampo mafioso. Baccante e' il fratello di Luigi Baccante, 59enne, meglio conosciuto con il nome di Maurizio 'O Corvo', attualmente detenuto per reati associativi e per l'omicidio di Siani.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©