Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si tratta di Raffaele Piscitelli e Giovanni Fabbrocino

Camorra, due arresti a Caserta e Napoli

Fabbrocino è il figlio del boss Mario Fabbrocino

Camorra, due arresti a Caserta e Napoli
24/12/2013, 12:21

CASERTA – In mattinata c’è stato un doppio arresto di affiliati a clan della camorra tra Napoli e Caserta. Per primo, alle prime ore dell’alba, è stato preso dai carabinieri Raffaele Piscitelli, detto “o cervinese”, affilaito al clan Carfora operante a Maddaloni, in provincia di Caserta, e nei comuni limitrofi. L’uomo, latitante da ben nove mesi e nascosto in un casolare abbandonato in località Casanova, sulla montagna di Durazzano, in provincia di Benevento, occupava una posizione di rilievo nello spaccio di droga a Maddaloni. Per arrestare l’uomo sono stati impiegati circa 50 carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta e uomini del personale del 7° Nucleo elicotteri di Pontecagnano.

Nell’arco della stessa mattina, poche ore dopo, nei pressi di Piazza Garibaldi, a Napoli, i carabinieri hanno arrestato anche un altro affiliato della camorra. Si tratta di Giovanni Fabbrocino, 39 anni, figlio di Mario Fabbrocino, boss attualmente detenuto, capo dell’omonimo clan operante nell’area del Vesuvio. L’uomo era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Dda per estorsione aggravata dalle finalità mafiose.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©