Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Ucciso Emilio Forino, 29 anni, vicino agli Amato-Pagano

Camorra, ennesimo agguato: è faida tra bande


Camorra, ennesimo agguato: è faida tra bande
05/08/2011, 09:08

NAPOLI - È ancora affare di droga, la mattanza che si consuma ormai da anni all’ombra delle Vele di Scampia. Ma è soprattutto regolamento di conti intestino alle bande che compongono le organizzazioni criminali dell’area nord di Napoli. Ne sono certi gli inquirenti che indagano sull’ennesimo agguato mortale costato la vita a Emilio Forino, 29enne ritenuto affiliato al clan Amato-Pagano, gli ex scissionisti protagonisti assieme ai Di Lauro della sanguinosa faida che costò la vita a più di cinquanta persone. Il fatto è accaduto ieri sera intorno alle 22.30 a Casavatore. I sicari lo hanno atteso in via Enrico de Nicola, a pochi passi dalla sua abitazione: sette proiettili lo hanno centrato in pieno. I killer hanno mirato ad altezza busto: torace, spalle ed addome. Un’esecuzione in piena regola, anche se in questo caso la malavita gli ha risparmiato il colpo di grazia alla testa.
Un agguato silenzioso, senza clamore, consumato in una strada di provincia deserta,dove le attività commerciali erano già chiuse da un paio di ore. La camorra ha portato a termine la sentenza di morte così, forse per non focalizzare l’attenzione mediatica su una guerra che è ripresa a pieno ritmo. Una guerra strisciante, dove le morti vengono calendarizzate con metodo, forse perché – a differenza dello scontro armato del 2005 – la regia che c’è dietro i nuovi killer è più esperta. Altra storia invece la faida di Scampia. Lì c’era uno scontro generazionale, in cui i figli del boss Paolo Di Lauro ordinarono l’epurazione delle vecchie leve dell’organizzazione per far spazio a nuovi, più feroci ràs.    
Sul luogo del delitto di ieri sono arrivati poco dopo familiari ed amici di Forino. Lo strazio, le lacrime, una donna sviene. La solita litania di dolore e disperazione che accompagna i rilievi degli esperti della Scientifica.
 L’agguato in cui ha perso la vita Forino potrebbe essere collegato a quello in cui venne massacrato lo scorso 8 luglio al Lotto S/T1 di Scampia Salvatore Chiariello: l'uomo era l’obiettivo dei killer, e venne freddato con una pioggia di proiettili davanti ad un circolo ricreativo.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©