Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Camorra: ergastolo ai mandanti per l’omicidio del boss Mario Iovine


Camorra: ergastolo ai mandanti per l’omicidio del boss Mario Iovine
08/07/2009, 21:07

Sono stati condannati all’ergastolo Nunzio De Falco e Francesco Piacenti, ritenuti mandanti dell’omicidio del boss dei Casalesi Mario Iovine, avvenuto a Cascais in Portogallo nel 1991. La sentenza è stata emessa oggi dalla terza sezione della Corte di Assise di Napoli, presieduta da Elisabetta Garzo. I giudici hanno accolto le richieste del pm della Dda Paolo Itri: secondo la sua ricostruzione, il boss Mario Iovine, all’epoca capo indiscusso del sodalizio camorristico dei Casalesi, fu ucciso per ritorsione dopo l’omicidio di Vincenzo De Falco, esponente di primo piano della camorra casertana. Iovine, a sua volta, era ritenuto mandante per l’omicidio del boss Antonio Bardellino, avvenuto in Brasile. Bardellino si rifiutò di uccidere il pentito Tommaso Buscetta e per questo motivo divenne necessario che scomparisse: secondo le ricostruzioni fu ucciso in Brasile, mentre era in una cabina telefonica, con numerosi colpi di arma da fuoco da sicari della malavita spagnola. Il suo corpo, però, non fu mai ritrovato: per questo a Casal di Principe sono ancora in molti quelli che credono che Bardellino abbia fatto perdere le tracce di sé.
Le accuse contro Nunzio De Falco e Francesco Piacenti si fondano, tra l’altro, sulle dichiarazioni di diversi collaboratori di giustizia e sulla testimonianza della vedova di uno dei killer autori dell’agguato. De Falco e Piacenti sono stati condannati negli anni scorsi, con sentenza non ancora definitiva, per l’omicidio del parroco di Casal di Principe, don Peppe Diana.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©