Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Camorra: estorsioni Irpinia, arrestato esponente del clan Genovese


Camorra: estorsioni Irpinia, arrestato esponente del clan Genovese
18/02/2009, 18:02

Per lasciar lavorare un imprenditore di Avellino, aveva preteso una grossa fornitura di materiali edili che un costruttore avrebbe dovuto cedere gratuitamente. E' finito in carcere con una ordinanza di custodia cautelare per minacce ed estorsione aggravata Franco Rosafinta, 60 anni, di Santo Stefano del Sole, in provincia di Avellino, esponente di spicco del clan Genovese. L'uomo tra maggio e giugno dello scorso anno ha minacciato piu' volte un costruttore, per ottenere una fornitura di materiale edile per diverse decine di migliaia di euro. L'imprenditore si e' sempre rifiutato di soddisfare le richieste, nonostante il suo estorsore gli avesse prospettato ritorsioni gravi e l'impossibilita' di ottenere altri appalti nell'hinterland avellinese, zona sotto il diretto controllo di Rosafinta. Il pregiudicato sessantenne, gia' coinvolto in inchieste della Dda di Napoli sui clan Cava e Genovese, e' stato arrestato all'alba dai carabinieri del Comando provinciale di Avellino che hanno condotto le indagini.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©