Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Camorra: estorsioni per famiglie dei detenuti, arrestati due degli Strazzullo-Frizziero


Camorra: estorsioni per famiglie dei detenuti, arrestati due degli Strazzullo-Frizziero
20/02/2009, 17:02

Sono stati arrestati oggi dalla polizia a Pomezia (Roma) Enrico Strazzullo e Gerardo Donadio, ritenuti affiliati al clan camorristico Strazzullo-Frizziero operante a Napoli. I due sono accusati dalla Dda napoletana di diverse estorsioni, con l'aggravante dell'associazione camorristica, nei confronti di alcuni commercianti del Chiaia. Le indagini sui due sono partite dall'arresto, lo scorso 31 dicembre, di Giancarlo Postiglione, 32enne napoletano che nel periodo natalizio aveva, insieme ai due arrestati di oggi, tentato di estorcere una grossa somma di denaro ad una nota pescheria del lungomare di Mergellina, affermando che i soldi servivano per le famiglie dei detenuti. I poliziotti individuarono Postiglione come emissario del clan Strazzullo-Frizziero e lo arrestarono. I due complici, Strazzullo e Donadio, riuscirono invece a far perdere le loro tracce. Gli agenti li hanno ora individuati, in collaborazione con la squadra mobile di Roma, all'ottavo piano di uno stabile a Pomezia, dove avevano trovato rifugio. Strazzullo, pluripregiudicato e noto come ''Peperone'' o ''o'figlio e settesoldi'' e' considerato il mandante dei due tentativi di estorsione, verificatesi il giorno 24 ed il 30 dicembre 2008 ai danni della pescheria. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©