Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Alle Case Celesti il sistema ordina la rimozione di siringhe

"Camorra fai-da-te": ecco il servizio giardinaggio dei clan

Blitz dell'Arma, scardinata piazza di spaccio a Scampia

.

'Camorra fai-da-te': ecco il servizio giardinaggio dei clan
22/09/2011, 16:09

NAPOLI - Un vero e proprio fortino con muri di cinta e campanelli d’allarme da attivare alla vista degli uomini in divisa. Cancelli ed inferriate per coprire la fuga dei pusher. È così che nelle cosiddette Case dei Puffi gli uomini della camorra riescono a garantire l’ordinaria vendita di sostanze stupefacenti. Il multilevel dello spaccio è ben ordinato, puntuale come un orologio a quarzo, non lascia nulla al caso. Per evitare le lamentele dei residenti della zona, i capipiazza affidano a tossici e gregari la pulizia delle aiuole dai tappeti di siringhe: un “visitors” (drogato) si presta al "servizio girdinaggio" in cambio di una dose di eroina; mentre un affiliato per circa 40 euro. Cottimisti del crimine al soldo dei signori della droga, laddove ad intervenire spesso sono soltanto le forze dell'ordine. Retroscena che emergono dall’ultimo blitz in ordine di tempo effettuato dagli uomini dell’Arma. I carabinieri della stazione 167 unitamente, ai colleghi di Stella e della compagnia Napoli Centro, sono entrati in azione nel caseggiato di Scampia per mettere sotto stato d’assedio una delle piazze di eroina e crack più redditizie per l’economia della cosca Amato-Pagano. Area in cui la compravendita di dosi non conosce battute d’arresto, rese impenetrabili dalla presenza di un esercito costituito da sentinelle e capipiazza e da sofisticati marchingegni elettronici in grado di far scomparire la roba in tempi rapidissimi. È da circa 48 ore che i militari martellano quella zona di droga e cemento, riuscendo a scardinare alcuni vani ricavati all’interno degli edifici di edilizia popolare ed attivando l’assessorato al patrimonio dell’amministrazione comunale affinché vengano smantellate le costruzioni abusive. Uno scenario di degrado ed abbandono rappresentato dai tappeti di siringhe e dal viavai di tossicodipendenti che non si ferma nemmeno davanti alla presenza degli uomini in divisa. E dove la camorra, col passare degli anni, è riuscita a radicarsi spodestando definitivamente lo Stato di diritto.   

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©