Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Camorra, gli affari dei clan superano i confini della Campania


Camorra, gli affari dei clan superano i confini della Campania
13/05/2009, 11:05

"L'arresto del boss dei Casalesi Salvatore Orabona (avvenuto ieri a Firenze, NdR) è un nuovo passo avanti nel contrasto alla criminalità organizzata, ma allo stesso tempo è una nuova, drammatica conferma di come gli affari dei clan si siano da tempo estesi ben oltre i confini della Campania e anche in tanti Stati dell'Unione europea." Ad affermarlo è la giornalista Rosaria Capacchione, candidata alle elezioni europee come indipendente nelle liste del Pd, nella circoscrizione meridionale, commentando l'operazione del Gico di Firenze che ha portato alla cattura di un esponente di spicco dei Casalesi. "La ricostruzione delle attività criminose fatta dalla Guardia di Finanza - continua la Capacchione - dimostra come ormai i clan casalesi, e malavitosi in genere, non si limitino a singoli affari in altre regioni, ma siano capaci di reimpiantare interi pezzi di organizzazione mafiosa in aree diverse da quelle di origine, anche con l'appoggio di elementi della malavita locale". "Faccio mio - ha concluso la giornalista - l'appello alle banche fatto dal procuratore Quattrocchi. Devo però aggiungere che il contrasto tramite l'analisi dei flussi finanziari e delle attività imprenditoriali non può essere limitato al solo territorio italiano, ma necessita di una estensione almeno al livello europeo. Per questo ritengo che siano necessarie norme condivise da tutti gli Stati, che rendano più agevole aggredire i patrimoni mafiosi ovunque essi siano localizzati."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©