Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Opera di prevenzioni contro le infiltrazioni malavitose

Camorra, ispezioni della Dia nei cantieri


.

Camorra, ispezioni della Dia nei cantieri
11/02/2013, 12:00

NAPOLI – Prevenire è meglio che curare: questo adagio popolare alla base della maxi operazione della Direzione Investigativa antimafia su tutto il territorio nazionale. Si tratta di controlli nei cantieri autostradali in maniera particolare a prevenzione di eventuali infiltrazioni della criminalità organizzata nella realizzazione di opere pubbliche. Le attività, svolte dagli uomini della DIA su delega dei prefetti dei territori interessati, hanno investito regioni come Campania, Molise e Abruzzo. Tra gli accessi ispettivi effettuati quelli nel cantiere per lo svincolo di Portici-Ercolano sulla A3 in provincia di Napoli, per la realizzazione del porto turistico Marina di Arechi di Salerno, per il Policlinico universitario di località Tredici a Caserta. E ancora, controlli nel cantiere per i lavori del tratto stradale Lioni-Grottaminarda dallo svincolo di Frigento a quello di San Teodoro, in provincia di Benevento, nella cava di località Lammia a Benevento. La finalità dell’operazione è stata quella di monitoraggio delle società al fine di evidenziare possibili tentativi di infiltrazioni di soggetti legati alla criminalità organizzata in uno dei settori nevralgici per l'economia del paese come la produzione del calcestruzzo e la realizzazione di opere che, seppur alcune non rientrano tra quelle individuate dalla Legge Obiettivo n.443/2001, hanno per il territorio in cui vengono realizzate un grande valore strategico dal punto di vista logistico, infrastrutturale ed economico.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.