Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Il 55enne ferito ieri in un agguato a Ponticelli

Camorra: morto in ospedale il reggente dei Sarno


.

Camorra: morto in ospedale il reggente dei Sarno
26/11/2009, 19:11

NAPOLI - E' morto Salvatore Tarantino, il 55enne considerato reggente del clan camorristico dei Sarno ferito gravemente in un agguato ieri. L’uomo era stato raggiunto dai sicari a Ponticelli, quartiere alla periferia Est di Napoli. Lo avevano bloccato nel rione “Don Bosco” e gli avevano scaricato contro nove proiettili calibro 7.65: tre alla schiena, due al fianco sinistro, due al cranio e due all’avambraccio sinistro. Era arrivato all’ospedale Loreto Mare in condizioni disperate. Malgrado i due delicati interventi chirurgici ai quali è stato sottoposto, l’uomo è deceduto.
Diverse le piste alla base dell’agguato, sebbene le indagini siano ancora agli inizi. Possibile, secondo gli inquirenti, che si sia trattato di un avvertimento, una punizione in seguito ad uno ‘sgarro’.
Altre ipotesi però si fanno largo e riguardano le lotte di potere della camorra sul territorio. Il ‘vuoto di potere’ che si è creato nel quartiere con l’incarcerazione di boss e gregari dei Sarno potrebbe aver infatti attirato le bramosie dei Panico, che potrebbero voler approfittare delle difficoltà del clan avversario per mettere le mani sul territorio. Altra pista, sempre legata alla camorra ed all’avvicendarsi dei clan, quella che vuole un ‘ritorno in scena’ del clan De Luca – Bossa, acerrimo nemico dei Sarno. E’ recente infatti la scarcerazione di Teresa De Luca Bossa, considerata ai vertici del clan; con i duri colpi inferti ai Sarno da inchieste ed operazioni delle forze dell’ordine, i De Luca-Bossa potrebbero tentare di ripristinare i vecchi equilibri, cercando di riprendersi quei territori che, decimati all’epoca da arresti e pentimenti, avevano dovuto cedere proprio ai Sarno.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©