Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La DDA contro le nuove strategie criminali

Camorra, operazione dei ROS contro il gruppo misto


.

Camorra, operazione dei ROS contro il gruppo misto
22/03/2013, 13:58

NAPOLI – Operazione Lilium2 dei Carabinieri dei ROS contro il cosiddetto ‘gruppo misto’, l’alleanza criminale tra i clan Mallardo di Giugliano, Licciardi di Secondigliano e i Casalesi riconducibili alla fazione Bidognetti. Sono tre le ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite dai reparti speciali dell’Arma a carico di Pasquale Barbato e Massimo Di Cicco, esponenti di spicco dei Mallardo e Gennaro Trambarulo, ai vertici del Clan Licciardi. L'ordinanza è stata emessa dal gip di Napoli su richiesta della Procura Antimafia e va a colpire quel cosiddetto ‘gruppo misto’ della camorra formato da ben 3 tra i più potenti sodalizi criminali campani. I provvedimenti restrittivi emessi oggi nascono dalle indagini approfondite dei carabinieri a riscontro delle testimonianze rese da Pellegrino, attuale collaboratore di giustizia, in merito alla “solida alleanza” che ha condotto alla gestione unitaria delle attività estorsive in maniera particolare sul litorale ‘domitio’. Con le ordinanze di oggi si è inteso dare un segnale forte da parte dello Stato che ha voluto spezzare quegli equilibri criminali che in tutta l’area favoriscono le attività illecite e forniscono una copertura alla manovalanza della camorra sempre più spietata e spregiudicata. Con l'arresto di Gennaro Trambarulo, bloccato dai Carabinieri dei Ros stamani, finisce in carcere l'ultimo componente della "triade" che guidava il cosiddetto "gruppo misto". Grande soddisfazione è stata espressa dal numero uno della DDA partenopea Federico Cafiero De Raho, che ha sottolineato come il blitz dell’arma sia servito a decapitare i vertici malavitosi di un gruppo strategicamente importante nello scacchiere criminale.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©