Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si nascondeva ad Orta di Atella (Caserta)

Camorra: preso Salvatore Laiso esponente dei Casalesi


Camorra: preso Salvatore Laiso esponente dei Casalesi
22/07/2009, 11:07

Era nascosto in un modesto appartamento di Orta d'Atella comune a pochi chilometri da Caserta, Salvatore Laiso, 28 anni di Trentola Ducenta, ritenuto esponente del clan dei Casalesi. I carabinieri di Aversa lo hanno posto in stato di arrestato stamani all'alba. Laiso, soprannomimanto 'chiocchinos', era sfuggito alla cattura la scorsa settimana nel corso dell' operazione coordinata dalla Dda di Napoli. Con il fratello Crescenzo, quest'ultimo arrestato insieme con altre sei persone, erano destinatari di provvedimenti restrittivi del Tribunale di Napoli, emessi su richiesta della Dda di Napoli, perché accusati di associazione per delinquere di tipo mafioso, ed estorsioni aggravate dal metodo mafioso. L'operazione fu effettuata tra Carinaro, Trentola Ducenta e Cesa, e gli arrestati sono ritenuti affiliati alla fazione dei Casalesi, capeggiata da Francesco Schiavone, detto 'Sandokan', in carcere da anni, e dai latitanti Michele Zagaria e Antonio Iovine. Gli arrestati, sono tra l'altro accusati di aver imposto una tangente al titolare di una ditta di Parete impegnata a Carinaro in lavori di riqualificazione del centro storico, che aveva già pagato 15 mila euro a titolo di acconto, e un'altra al proprietario di un bar di Trentola Ducenta che avrebbe dovuto versare, sempre a titolo di acconto, 3 mila euro. L'edificio nel quale si nascondeva Laiso, localizzato a conclusione di indagini e di appostamenti dei carabinieri di Aversa, diretti dal tenente Domenico Forte, è stato circondato dai militari che hanno precluso al latitante ogni via di fuga.

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©