Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Camorra: sequestrati a Caserta beni per 3 milioni ai Casalesi


Camorra: sequestrati a Caserta beni per 3 milioni ai Casalesi
21/07/2009, 21:07

I carabinieri del nucleo investigativo del Comando provinciale di Caserta hanno posto sotto sequestro beni per tre milioni di euro, riconducibili al sodalizio camorristico dei Casalesi. Il provvedimento, emesso dalla sezione misure di prevenzione presso il tribunale di Napoli, è stato eseguito nei confronti di Nicola Mazzara, 53 anni, ritenuto capo dell’omonimo clan attivo a Cesa ed affiliato alla cosca dei Casalesi, gruppo di Francesco Schiavone, detto Sandokan. Mazzara è stato arrestato il 13 giugno scorso per estorsione e minacce aggravate dal metodo mafioso. I beni sequestrati consistono in un terreno di circa 1.100 metri quadrati, situato a Cesa,  con un fabbricato di 4 piani composto da 6 appartamenti, 2 mansarde e un piano seminterrato. Sequestrati anche due appartamenti e un garage situati ad Aversa (Caserta) e un altro appartamento e 3 box ad Aversa, 8 auto, 3 moto, un rimorchio, e un conto corrente postale con 87 mila euro depositati.
 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©