Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La sorella del latitante denunciata per ricettazione

Camorra, sequestrato tesoro archeologico a casa di Zagaria


Camorra, sequestrato tesoro archeologico a casa di Zagaria
15/01/2010, 18:01

CASERTA – Quattro vasi antichissimi sono stati ritrovati dagli agenti della Squadra Mobile di Caserta a San Cipriano d’Aversa, durante un sopralluogo in casa del superlatitante dei Casalesi Michele Zagaria, in via Don Salvatore Vitale numero 7. Si tratta di vasi che, secondo la valutazione tecnica della Sovrintendeza per i Beni Archeologici di Caserta, sono riconducibili ad un arredo tombale del IV a.C. e provengono dall’area campana settentrionale. La sorella di Zagaria, Gesualda, 43 anni, è stata denunciata per ricettazione in quanto i 4 vasi sono considerati patrimonio indisponibile dello Stato e, pertanto, vanno consegnati alle Sovrintendenze al ritrovamento. Secondo gli inquirenti i reperti, del valore stimato di alcune migliaia di euro, probabilmente erano un omaggio degli affiliati al clan offerti al boss in segno di deferenza.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©