Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Cancellata trasmissione su Bachelet per par condicio. E' subito polemica


Cancellata trasmissione su Bachelet per par condicio. E' subito polemica
13/02/2010, 16:02

Cancellata per par condicio una trasmissione della Rai dedicata a Vittorio Bachelet, che sarebbe dovuta andare in onda oggi a 30 anni dalla sua morte. Ed ecco che nasce una bufera.

Ad annunciare la mancata messa in onda del programma e' stato Giovanni Bachelet, il figlio del vice presidente del Csm ucciso dalle Brigate rosse il 12 febbraio 1980.  "La trasmissione era stata registrata una settimana fa - ha detto Bachelet - ma e' stata cancellata perche' conteneva un deputato Pd, cioe' me". Bachelet ha affermato di essere rimasto contrariato per la decisione, perché nell'intervista non parlava di politica e soprattutto non e' candidato alle prossime elezioni regionali. Il componente del Cda Rai, Nino Rizzo Nervo, ha affermato che "la par condicio c'entra poco, qui siamo piuttosto di fronte ad un esempio di ottusità burocratica”.

Anche Rosi Bindi si è sentita indignata per questa decisione. "E’ una decisione vergognosa, gravissima” – dichiara la Bindi – “offende la dignità di una famiglia e il sacrificio di Bachelet. La puntata era prevista per questo pomeriggio alle 17 ma non se ne farà nulla per rispettare un grottesco regolamento di 'impar condicio', quando non e' ancora neppure iniziata la campagna elettorale vera e propria".

Si aggiungono al coro Lorenzo Cesa (Udc) che si dice "sconcertato" per la decisione di cancellare il programma, e Giuseppe Giulietti, parlamentare del Gruppo misto e portavoce dell'associazione articolo 21, convinto che i vertici della Rai debbano chiedere scusa alla famiglia Bachelet.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©