Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'acceso diverbio dopo il ricordo delle Foibe

Caos al Consiglio Comunale, consigliere spintona cronista


.

Caos al Consiglio Comunale, consigliere spintona cronista
10/02/2010, 18:02

NAPOLI – Momenti di tensione nel primo pomeriggio al consiglio comunale di Napoli, dove un diverbio estremamente acceso è scoppiato tra un giornalista ed un consigliere comunale del centrodestra. Motivo della discussione, un insulto rivolto ad una giornalista presente alla seduta. Pochi minuti prima c’era infatti stato il minuto di silenzio in ricordo delle vittime delle Foibe e la giornalista, così come altri colleghi, era rimasta seduta. Comportamento sicuramente da stigmatizzare, ma la reazione del consigliere comunale è stata veramente spropositata. Ha notato il comportamento della cronista e, parlando con alcuni colleghi di partito, ha commentato senza mezzi termini ed in modo offensivo. Nel sentire quello “stronza” sibilato diverse volte, un altro dei giornalisti presenti ha seguito il consigliere e ha cercato di riportare la situazione alla quiete. Il suo “adesso però si può calmare” non ha sortito gli effetti sperati, dando il via al più classico dei “lei non sa chi sono io”. Il consigliere ha dapprima chiesto in modo aggressivo il nome del giornalista, poi l’ha invitato molto poco gentilmente ad andare via ed infine ha chiamato anche gli agenti della Municipale che presidiavano l’aula del consiglio. Infine, ciliegina sulla torta, ha afferrato il giornalista per un braccio spintonandolo. Il siparietto per niente gradevole si è concluso pochi istanti dopo quando, anche grazie all’intervento degli agenti, il consigliere ha fatto ritorno in aula continuando a sbraitare.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©