Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’incendio si è sviluppato la notte scorsa in via Nazionale

Capannone in fiamme: torna l’incubo racket a Torre del Greco


.

Capannone in fiamme: torna l’incubo racket a Torre del Greco
25/03/2010, 15:03

TORRE DEL GRECO – Torna in città la paura del racket delle estorsioni.
La notte scorsa, infatti, un capannone per il rimessaggio di imbarcazioni in via Nazionale, è andato completamente distrutto da un incendio.
Secondo i vigili del fuoco, immediatamente accorsi sul posto, il rogo sarebbe di origini dolose, provocato quasi sicuramente dall'esplosione di un ordigno. Le fiamme, infatti, si sono sviluppate dopo che in zona si è sentita una forte deflagrazione.
Sull’episodio gli inquirenti mantengono ancora uno stretto riserbo ma è chiaro che l’ipotesi più probabile conduce alla pista del racket. Il rogo, insomma, potrebbe essere un atto intimidatorio da parte della malavita locale per lanciare, l’ennesimo messaggio agli imprenditori della città del corallo. L’ipotesi appare ancora più plausibile alla luce dei recenti episodi criminali in cui altre attività commerciali sono rimaste coinvolte in esplosioni e dopo gli arresti eccellenti messi a segno nelle scorse settimane dalle forze dell’ordine.
Sul posto sono intervenute anche pattuglie di carabinieri, polizia e guardia di finanza. Cinque i mezzi dei pompieri impegnati in via Nazionale, che hanno lavorato fino alla tarda mattinata di oggi per domare completamente l’incendio. All’interno del rimessaggio c’erano depositate diverse barche che sono rimaste gravemente danneggiate.
Amareggiati i titolari dell’azienda che ha subito danni per diverse centinaia di  migliaia di euro.
Subito dopo l’esplosione, tra gli abitanti dei palazzi adiacenti il capannone, panico e paura. Alla vista delle fiamme, le famiglie residenti in zona si sono immediatamente riversate in strada.
Nel video allegato, le dichiarazioni di uno dei titolari e della gente presente sul posto

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©