Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Proseguono gli sbarchi sull'isola: 750 migranti

Capo dei ribelli Bengasi: ''Pronti ad aiutare l'Italia''

Domani inizia il piano Berlusconi per rimpatrio tunisini

Capo dei ribelli Bengasi: ''Pronti ad aiutare l'Italia''
10/04/2011, 11:04

Lampedusa - Dopo le richieste d'aiuto di Silvio Berlusconi alla Comunità Europea a riguardo dell'accoglienza: ''Quello dell’immigrazione deve essere un problema europeo, non per i 25 mila migranti che abbiamo già accolto ma per quelli che arriveranno. Ci saranno di certo nuove partenze dalla Libia che è in stato di guerra'' e le scaramuccie con la Francia ''Buon senso vorrebbe che si raggiungesse presto un accordo. La Francia deve rendersi conto che l’80% di loro dichiara di voler raggiungere parenti e amici in Francia e se non ci sarà un accordo, saremo costretti ad inserirli nei centri di accoglienza dove possiamo tenerli solo 6 mesi e dopo sarebbero liberi di raggiungere la Francia'', proseguono gli sbarchi a Lampedusa.
Nella notte, qualche minuto prima che la lancetta dell'orologio superasse la mezzanotte, sono giunti due barconi, subito accolti dalla Guardia di Finanza e Guardia Costiera che hanno rilevato a bordo la presenza di 108 e 35 persone.
Il numero di migranti sull'isola si aggira intorno alle 750 presenze, comprendendo i 510 tunisini, che si trovano nel centro di accoglienza dell'isola in attesa di partire da domani con due voli al giorno, secondo il piano Berlusconi, e gli altri 243, che invece sono ospitati nella base Loran, profughi sub-sahariani provenienti dalla Libia che saranno prossimamente trasferiti nei centri per i rifugiati sulla terra ferma.

Intanto, il capo del Consiglio nazionale transitorio libico di Bengasi, Abdel Jalil, ha dichiarato di voler aiutare e sostenere l'Italia nella lotta all'immigrazione clandestina: ''Con l'Italia e con il resto del mondo ci impegniamo a combattere l'immigrazione clandestina, un'emergenza che vede il vostro Paese in prima linea – aggiungendo - vorremmo anche che l'Italia ci desse una mano nell'affrontare tutto questo, aiutandoci a proteggere le nostre frontiere – ringraziando anche il governo italiano - In questa fase drammatica -afferma - siamo riconoscenti al governo italiano per quello che sta facendo per noi''.

Commenta Stampa
di Zaccaria Pappalardo
Riproduzione riservata ©