Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Capodanno: "Contro il caro-libri perché non si attua il noleggio?"


Capodanno: 'Contro il caro-libri perché non si attua il noleggio?'
25/08/2011, 17:08

“Come combattere il caro libri? Una ricetta semplice, se si ha la volontà di farlo – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. La soluzione è contenuta nel comma 628 dell’art. 1 della Finanziaria 2007, laddove si afferma che “ La gratuità parziale dei libri di testo di cui all’articolo 27, comma 1, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, è estesa agli studenti del primo e del secondo anno dell’istruzione secondaria superiore. Il disposto del comma 3 del medesimo articolo 27 si applica anche per il primo e per il secondo anno dell’istruzione secondaria superiore e si applica, altresì, limitatamente all’individuazione dei criteri per la determinazione del prezzo massimo complessivo della dotazione libraria, agli anni successivi al secondo. Le istituzioni scolastiche, le reti di scuole e le associazioni dei genitori sono autorizzate al noleggio di libri scolastici agli studenti e ai loro genitori “. Le scuole dunque possono noleggiare i libri agli studenti ed ai loro genitori “.

“ In America si sono fatti passi da gigante al riguardo – prosegue Capodanno -. Dal prossimo anno sarà possibile anche noleggiare libri di testo digitale con il sistema, che si chiama “ Kindle Textbook Rental “, che consentirà di risparmiare fino all'80% del prezzo di copertina. E più si prolunga l'affitto, che si può personalizzare, da 30 a 360 giorni, più il sistema è conveniente “.

“ Tornando all’Italia al riguardo fu anche siglato un protocollo d’intesa ( allegato ) sottoscritto nel lontano 2007 dal CLACS CISL Arte, dall’UGL creativi, dall’UIL UNSA e dal NILSA, noleggiatori associati di liberi scolastici in Italia, che avrebbe consentito di noleggiare i libri nuovi o usati al 55% del prezzo di copertina, con un risparmio quindi di quasi la metà - ricorda Capodanno -. Nell’accordo era prevista anche la possibilità di riscattare i libri a fine anno. Inoltre nessuna incombenza derivava alle scuole che aderivano, dal momento che tutto l’iter a partire dall’informazione fino alla consegna dei libri è a cura dell’associazione dei noleggiatori “.

“ Un progetto che è stato già sperimentato negli ultimi anni scolastici in diverse scuole superiori, consentendo un risparmio del 45% sulla dotazione libraria – prosegue Capodanno. Non solo, ma nelle scuole nelle quali si è attuata la sperimentazione, con l’introduzione del noleggio, si è notato anche un forte incremento delle iscrizioni, mediamente del 30% “.

“ Quali sono i motivi per i quali l’impegno sottoscritto che doveva partire già dall’anno scolastico 2008/2009 ed aveva validità per 3 anni sembra totalmente ignorato in Campania – si domanda Capodanno -? Ci sono solo interessi localistici oppure il problema è più ampio e va approfondito, vista la posta in gioco ? “.

Capodanno sulla questione chiede l’intervento immediato del ministro della pubblica istruzione Gelmini, facendo chiarezza e rassicurando le famiglie, preoccupate dalla stangata del caro prezzi per i testi scolastici che sta destando nelle famiglie non poche preoccupazioni in questi giorni che preludono all’apertura del nuovo anno scolastico.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©