Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

18enne perde la mano per l’esplosione di un petardo

Capodanno, ennesima vittima dei botti illegali


.

Capodanno, ennesima vittima dei botti illegali
28/12/2009, 11:12

BOSCOTRECASE – Manca ancora qualche giorno alla fine dell’anno e le cronache fanno registrare l’ennesima vittima dell’incoscienza e della disattenzione legate all’uso dei fuochi d’artificio.
Si tratta purtroppo ancora una volta di un giovanissimo che proprio alla vigilia del suo diciottesimo compleanno, ha perso la mano sinistra nell’esplosione di un petardo. Francesco Del Sorbo, studente di Boscotrecase, è infatti rimasto ferito nella tarda serata di sabato, in via Casciello, a due passi dal palazzo comunale.
Pochi, drammatici secondi, in cui si è svolta la tragedia. Il 18enne si trovava in compagnia di amici e parenti per trascorrere la serata giocando a carte. Durante una pausa sarebbe uscito per prendere una boccata d’aria ed è a questo punto che è accaduto l’irreparabile. Non è ancora chiara la dinamica dei fatti. Forse il giovane ha tentato di sparare un petardo o ne ha raccolto uno inesploso. Improvvisamente, infatti, si è udita una fortissima detonazione e immediatamente dopo le urla del ragazzo. Sono stati i familiari del giovane a trasportarlo al pronto soccorso del locale ospedale dove i medici hanno subito capito la gravità delle sue condizioni e hanno dunque deciso di trasferirlo al “Cardarelli” di Napoli. Qui il ragazzo è stato sottoposto ad un’operazione d’urgenza che tuttavia non è servita a salvargli la mano. Lo scoppio ha prodotto bruciature su tutto il corpo, generando anche una lacerazione all’occhio sinistro. E così, Francesco, ha trascorso il giorno del suo diciottesimo compleanno non a brindare con gli amici ma in ospedale.
Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della caserma di Trecase, che hanno aperto un’inchiesta e acquisito i referti del giovane. Come da prassi è anche scattata la denuncia a piede libero per possesso e detenzione di materiale esplodente.
L’incidente di Boscotrecase segue di qualche giorno quello avvenuto a Torre Annunziata e riporta drammaticamente l’attenzione sulla pericolosità dei fuochi d’artificio. Previsti per i prossimi giorni una serie di accurati controlli delle forze dell’ordine per contrastare la vendita e la detenzione di fuochi proibiti e custoditi illegalmente.
E proprio in merito ai controlli sui botti illegali, gli agenti del commissariato di Torre del Greco, hanno sequestrato 122 bombe di fabbricazione artigianale per un peso complessivo di 60 chilogrammi. Il materiale esplosivo, è stato rinvenuto in zona Montedoro, in aperta campagna, nascosto all'interno di alcuni fusti generalmente utilizzati per contenere le olive e riposti sotto alcune piante.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©