Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'ira di Gennaro Capodanno

Capodanno: "Grande Vomero", ha beneficiato di contributi regionali


Capodanno: 'Grande Vomero', ha beneficiato di contributi regionali
23/09/2009, 12:09


"Apprendo con piacere dal sito internet della manifestazione “Grande Vomero 2009” di essere stato escluso, in questi giorni, dal comitato promotore, dopo che di recente mi ero espresso sull’inopportunità di utilizzare piazza Vanvitelli per la serata di gala, a ragione dei gravi disagi, già sperimentati negli anni scorsi, derivanti alla cittadinanza, proponendo in alternativa il piazzale di San Martino – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero -. Deduco che le mie critiche, peraltro costruttive, non sono state gradite". "Peraltro – continua Capodanno -, anche per il passato, nessuno mi aveva mai chiesto l’adesione né sono stato mai invitato ad una qualsivoglia riunione di un comitato la cui funzione non mi è stata mai chiarita, visto che le decisioni anche sull’assegnazione dei premi vengono assunte, per quanto ne sappia, altrove. Inoltre ritengo che questa manifestazione sia superata dai tempi, al punto che da primaverile, dal momento che negli anni scorsi si è svolta a maggio, è diventata, quest’anno, autunnale".
"L’aspetto che lascia più perplessi , a mio avviso – prosegue Capodanno -, è che questa iniziativa ha goduto, nel corso degli anni scorsi, di appositi finanziamenti pubblici, attraverso contributi regionali, erogati in base alla legge 29 marzo 1984, n.24, relativa ad interventi promozionali per l'incremento in Campania delle correnti turistiche italiane ed estere. Attraverso questa legge, per “ Grande Vomero 2006 “, furono stanziati, con decreto dirigenziale n. 57 del 15 febbraio 2007, circa 25mila euro, pari a quasi 50 milioni delle vecchie lire".
"Quali possano essere le ricadute turistiche in Italia e all’Estero, indicate nelle finalità della legge succitata, di una manifestazione di questo tipo, che si svolge in un quartiere come il Vomero, dove, tra l’altro, non esiste neppure più un albergo, dopo la chiusura dell’unico hotel presente nell’area di San Martino, resta un mistero – conclude Capodanno -. Mi auguro che pure su quest’aspetto si faccia chiarezza, anche da parte degli organi deputati al controllo dei finanziamenti pubblici".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©