Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Capodichino, sorpreso nel parcheggio dell'aereoporto a rubare barre portapacchi: arrestato


Capodichino, sorpreso nel parcheggio dell'aereoporto a rubare barre portapacchi: arrestato
14/01/2012, 11:01

Questa notte, gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza “Secondiglioano”, hanno arrestato A.A., 18enne napoletano, per furto aggravato, danneggiamento e favoreggiamento personale.

L’arresto è avvenuto su Via Fulco Ruffo di Calabria, all’interno dell’area aeroportuale dove i poliziotti stavano transitando per un servizio di prevenzione appositamente istituito a seguito dei numerosi furti e danneggiamenti patiti dalle autovetture in sosta.

Entrando all’interno del Parcheggio P1, area di sosta a lungo termine, gli agenti hanno notato due giovani armeggiare con circospezione vicino ad una Fiat Panda.

Alla vista dell’autovettura della Polizia, i due si sono dati ad una precipitosa fuga verso il prospiciente Viale Ruffo, in direzione Via Oreste Salomone. Durante l’affannata corsa hanno gettato a terra delle barre metalliche successivamente risultate essere delle barre portapacchi asportate dal tetto di alcune autovetture.

A causa delle numerose barriere mobili che delimitano l’area, non è stato possibile inseguirli con l’autovettura. Mentre un poliziotto faceva il giro per portarsi fuori il parcheggio, l’altro li ha quindi inseguiti a piedi riuscendo con non poche difficoltà a raggiungerli e a bloccare solo A.A.. Il complice è riuscito invece a far perdere le proprie tracce.

Il 18enne è stato quindi perquisito e nelle tasche gli è stata trovata una chiave n° 10 verosimilmente utilizzata per rubare le barre portapacchi. Gli agenti hanno poi effettuato un sopralluogo nel parcheggio ed hanno scoperto che a quattro autovetture erano state asportate le barre portapacchi poco distanti rinvenute. A.A. è stato pertanto arrestato. In giornata sarà giudicato con rito direttissimo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©