Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Raffica di denunce e sequestri

Capri: estate all'insegna dell'abusivismo.


Capri: estate all'insegna dell'abusivismo.
31/07/2010, 12:07

La stagione estiva non placa gli abusi edili sull’isola azzurra. nel corso delle ultime settimane, i carabinieri della stazione di Anacapri hanno deferito in s.l. ben 27 persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di aver realizzato opere abusive o aver violato i sigilli apposti in occasione di precedenti sequestri.

Un caso particolare, forse unico nel suo genere sull’isola di capri, è stato quello di una struttura ricettiva di Anacapri, ove i militari, nel corso di un controllo, hanno scoperto un finto muro di separazione (con annesse mensole e suppellettili) che, spostandosi, dava accesso ad una piccola stanza ampia circa 6 mq. adibita a bagno. ma non era finita lì… provando a spingere lo specchio del bagno, i carabinieri hanno avuto accesso in un’altra stanza, ampia circa 15 mq., perfettamente arredata con letto, armadio, ecc.
La finestra, murata per dissimulare dall’esterno l’esistenza della stanza, presentava solo due fori per garantire il riciclo d’aria.
Entrambi gli ambienti, ovviamente realizzati abusivamente e poco dissimili da quelli realizzati in altre latitudini per nascondere latitanti o altro, sono stati sottoposti a sequestro.
La proprietaria della struttura, una 57enne di capri, è stata denunciata in s.l.
le veniva altresì contestata la realizzazione di uno scavo di terreno nel terrazzamento dalle dimensioni di 6.00 mq circa.

In via grotta azzurra, invece, sono stati denunciati i tre proprietari di un fondo rustico (un anacaprese, un milanese ed un napoletano), ritenuti responsabili di aver realizzato un muro di confine in pietra lungo 8 mt. circa.

In via veterino, sono state deferite in s.l. due persone del posto, in qualita’ di proprietari di un’abitazione preesistente, per aver abusivamente realizzato:
un terrazzo calpestabile di mq. 113;
un locale tecnico delle dimensioni mq. 3.00;
una stanza allo stato grezzo al piano terra ampia mq. 31;
un ulteriore locale tecnico ampio 4 mq.;
l’ampliamento di un locale abitativo per mq. 10;
quattro ambienti abitativi ampi rispettivamente 15, 38, 60 e 17 mq.
tutte le opere sono state sottoposte a sequestro.

In via caprile sono state deferite in s.l. tre persone (la proprietaria di un’abitazione, il direttore dei lavori ed un operaio edile, tutti del posto) per aver abusivamente realizzato l’apertura di vano d’ingresso e di una finestra nel fabbricato principale e aver innalzato di un metro circa un muro di confine.

In via mesola è stato poi denunciato un uomo del posto, proprietario di un fondo, per aver abusivamente realizzato un basamento in cemento di circa 50 mq. le opere sono state sequestrate.
e sempre in via mesola, un altro uomo del posto e’ stato deferito in s.l. per aver tagliato circa 200 mq. di macchia mediterranea dall’interno del proprio fondo .

In via la fabbrica, invece, sono stati deferiti in s.l. i quattro proprietari di una villa (una anacaprese e tre napoletani), il rappresentante di un’impresa edile e due operai, per aver violato i sigilli precedentemente apposti ed aver quindi continuato le opere di sbancamento per la creazione di una nuova muratura per mq. 100, l’ampliamento di una superficie solarium per mq. 200 e la parziale pavimentazione del terrazzo piscina per mq 120.
le opere sono state sottoposte a sequestro.
In via pino sono stati altresi’ deferiti in s.l. la proprietaria e altre due persone (in qualita’ di custodi giudiziali) per aver violato i sigilli precedentemente apposti ed aver proceduto alla realizzazione di un solaio di copertura di circa 70 mq e alla rifinitura esterna di un fabbricato adibito ad unità abitativa.
le opere sono state sottoposte a sequestro.

In via tito minniti, invece, sono stati deferiti in s.l. il proprietario bolognese di un fabbricato, la direttrice dei lavori (romana) e il titolare di una impresa edile anacaprese, ritenuti responsabili di aver realizzato modifiche al fabbricato principale mediante la realizzazione di nuovi ingressi, finestre e fioriere, modifiche del prospetto nord del fabbricato mediante la realizzazione di due vani di accesso ed una nuova scala di collegamento al terrazzo. le opere sono state sottoposte a sequestro.

In loc. mesola, sono stati denunciati in s.l. i due proprietari/committenti di un’abitazione, per aver violato i sigilli precedentemente apposti i mediante la realizzazione di un solaio di copertura di mq. 70
le opere sono state sottoposte a sequestro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.