Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Domani sera si fermeranno le ricerche

Capri: Si cerca prete Rai disperso


Capri: Si cerca prete Rai disperso
01/08/2009, 14:08

Continueranno per tutta la giornata le ricerche per ritrovare il sacerdote Luigi Saccone, disperso da ieri dopo la collisione tra due imbarcazioni verificatasi a largo di Capri (Napoli). Ricerche che, se senza esito, da domani sera potrebbero rallentare. Intanto è forte lo spiegamento di uomini e mezzi navali - elicotteri, motovedette - per ritrovare il corpo del sacerdote 71enne. Nel tardi pomeriggio gli elicotteri ritorneranno nei propri hangar mentre per le ricerche si alterneranno le motovedette della guardia costiera, guardia di finanza, carabinieri e vigili del fuoco. Tutto questo fino a tarda sera. Le ricerche, poi, riprenderanno anche domani anche se, secondo quanto si apprende, potrebbero poi essere allentate da domani sera.

Restano gravi le condizioni di Antonio Saccone, uno dei feriti a seguito della collisione tra imbarcazioni verificatasi ieri pomeriggio a largo di Capri (Napoli), nonché fratello del sacerdote Luigi Saccone che risulta disperso. Antonio Saccone è ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli: politraumatizzato, la sua prognosi è al momento riservata. Saccone è il più grave delle sette persone rimaste ferite nello scontro.

Sono continuate per tutta la notte, ma senza esito, le ricerche di Luigi Saccone, 71 anni, vicario episcopale per la cultura della Diocesi di Pozzuoli e cappellano della sede Rai di Napoli, disperso da ieri in seguito alla collisione tra due imbarcazioni a largo di Capri (Napoli). Le ricerche anche ora sono tutt'ora in corso. A perlustrare l'area ci sono due elicotteri, quattro motovedette della Capitaneria di porto e altre due dei carabinieri e della Guardia di Finanza. La collisione si è verificata ieri pomeriggio, a cinque miglia dalla costa caprese. Un disperso e sette feriti il bilancio dell'incidente: ieri nella zona interessata sono stati ritrovati anche dei resti umani.

Il cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, che si trova fuori Napoli con oltre 20 sacerdoti "per un periodo di comunione fraterna di riflessione e di riposo", informato del gravissimo incidente in cui è stato coinvolto al largo di Capri il sacerdote Luigi Saccone - che risulta da ieri disperso - ha espresso "profondo dolore e incredulità per quanto di così tragico è potuto accadere al carissimo monsignor Luigi Saccone con il quale ho avuto diverse occasioni di significativa collaborazione e del quale ho conosciuto ed apprezzato tanto lo spessore sacerdotale umano e culturale". "L'epilogo della sua giornata di svago che andava ieri trascorrendo con familiari per godere delle bellezze del Creato - dice - ci invita a riflettere ancora una volta che il diritto alla vacanza non può essere limitato o annullato dagli altri comportamenti spesso accompagnati da imprudenza, da violazione delle regole e dal mancato rispetto dei diritti e della libertà degli altri. Bisogna sempre tenere presente il valore della persona e il valore della vita che non poche volte vengono offesi dalla negligenza, dalla insensibilità e dalla indifferenza di tanti come purtroppo abbiamo potuto registrare ancora in questi giorni con la morte a mare di un anziano napoletano". "In questo momento di tristezza e di sofferenza - conclude - mentre leviamo preghiera al buon Dio per l'amatissimo monsignor Saccone, esprimiamo sentimenti di partecipazione e di vicinanza ai familiari del nostro confratello, a tutta la diocesi di Pozzuoli e al suo vescovo mons. Gennaro Pascarella".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©