Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

"Sapeva che la ragazza era ubriaca e ne approfittò"

Carabiniere stuprò studentessa americana: le motivazioni della condanna


Carabiniere stuprò studentessa americana: le motivazioni della condanna
16/01/2019, 10:46

FIRENZE - Il Gip del Tribunale di Firenze, Fabio Frangini, ha depositato le motivazioni della sentenza che condannò l'ex appuntato dei Carabinieri Marco Camuffo a 4 anni e 8 mesi di reclusione per lo stupro di una studentessa americana. Camuffo e il suo collega Pietro Costa dettero un passaggio a due studentesse americane ubriache, nella sera tra il 6 e il 7 settembre 2017, e le accompagnarono a casa loro, dove le stuprarono. Camuffo ha chiesto procedersi con il rito abbreviato, mentre il processo per Costa inizierà il 10 maggio prossimo. 

Nelle motivazioni, il giudice spiega che Camuffo sapeva che la ragazza era ubriaca, come dimostra anche il fatto che la accompagnò fin dentro l'appartamento; segno che già aveva premeditato il reato. Inoltre, fu un rapporto sessuale ottenuto con la forza, come dimostrano le parole del collega che riferì che la ragazza disse: "No... no... cosa fai?". Nelle motivazioni si smonta anche uno degli argomenti della difesa, che le due ragazze abbiano raccontato il falso per riscuotere un premio assicurativo. Il gip ricorda che nessuna delle assicurazioni portate come prova aveva tale clausola. Anche perchè le due ragazze sono benestanti, e quindi non avevano bisogno di quei soldi. 

La difesa di Camuffo aveva già annunciato un ricorso in Corte d'Appello. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©