Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Carabinieri scovano “boss” in fuga da un anno -video

Latitante cerca la fuga sui tetti

.

Carabinieri scovano “boss” in fuga da un anno -video
25/03/2014, 09:46

NAPOLI – Grazie all'operazione dei carabinieri, è terminata la fuga del pericoloso latitante: Ercolani Salvatore. L'uomo, di 40 anni, è già noto alle forze dell'ordine ed è considerato elemento a capo del clan camorristico dei “Circone - Perrella - Ercolani”. La cosca è operante per il controllo degli affari illeciti nel quartiere di Ponticelli,nella zona della periferia orientale del capoluogo campano. Il malvivente sfuggiva al decreto di fermo della direzione distrettuale antimafia partenopea che aveva portato in carcere il suo complice, Marfella Cristian, provvedimento che il 13 maggio 2013 era stato tramutato in ordinanza di custodia cautelare in carcere. Durante indagini coordinate dalla Dda di Napoli i militari dell’arma hanno accertato che il 21.04.2013 Ercolani e Marfella avevano fatto irruzione a mano armata nell’agenzia di scommesse “Better” sul Corso Margherita seminando il panico tra clienti, verosimilmente per sparare contro gli avversari, i “De Cicco”, con i quali erano in lotta per conquistare il predominio sullo spaccio nella zona. Ma nessuno era stato trovato e i due si erano dati alla fuga. Quando i carabinieri hanno fatto irruzione irruzione nel covo all’interno del parco Conocal, il latitante si è dato alla fuga salendo sui tetti e cercando di spostarsi in altro caseggiato, ma è stato bloccato dai militari delle tenenza di Cercola e della stazione di Ponticelli che avevano preventivamente circondato il caseggiato. 
L'uomo è stato condottoalcentro penitenziario di Secondigliano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©