Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Beneduci: Amministrazione penitenziaria sempre più carente

Carceri: agenti aggrediti da due detenuti a Nisida


Carceri: agenti aggrediti da due detenuti a Nisida
01/09/2009, 18:09

Due poliziotti penitenziari sono stati aggrediti con bastoni da una coppia di detenuti, all’interno dell’Istituto penale di Nisida, a Napoli. L’episodio, riferisce il sindacato Osapp, si è verificato nella serata di ieri: due giovani, uno dei quali minorenne, avevano aggredito i due agenti e si erano precipitati in cucina recuperando dei coltelli; soltanto l’intervento di altro personale ha evitato il peggio. Leo Beneduci, segretario generale dell’Osapp, commenta che “Malgrado una parziale riduzione del numero dei detenuti nelle carceri italiane, pari a 63.981 persone, continuano a non vedersi miglioramenti" dal momento che la "disorganizzazione e la pessima gestione del personale nell'amministrazione penitenziaria peggiorano le condizioni di vita e di lavoro nelle carceri”. "L'amministrazione penitenziaria - aggiunge il leader dell'Osapp - dimostra totalmente le carenze che hanno reso le carceri italiane tra le peggiori in Europa, nonostante le ingenti risorse utilizzate in questi anni per tutto e per tutti in carcere tranne che per la polizia penitenziaria con organici e mezzi fermi al 1992". Beneduci, nella sua segnalazione, descrive le condizioni di lavoro degli agenti penitenziari, con turni massacranti che superano le 12 ore giornaliere e con straordinari non pagati per mancanza di fondi. “Addirittura, - conclude, - da mesi, i poliziotti penitenziari anticipano di tasca propria le spese di missione per il trasporto dei detenuti da un istituto all’altro o verso i luoghi di ricovero”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©