Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il nostro Paese è secondo solo alla Serbia

Carceri, triste primato italiano: le più affolate d’Europa


Carceri, triste primato italiano: le più affolate d’Europa
28/10/2011, 16:10

ROMA – Con i suoi 67.428 detenuti, stipati in 45.817 posti, l’Italia detiene il primato in materia di sovraffollamento delle carceri. È quanto emerge dal VII Rapporto Nazionale sulle condizioni di detenzione “Prigioni Malate” dell’Associazione Antigone, che sottolinea come il tasso di sovraffollamento, il più alto d’Europa, sia pari a 147,1 detenuti ogni 100 posti.
Già al primo settembre 2009, data dell’ultima rivelazione, il tasso in Italia era analogo (148,2 per cento) e rappresentava un record assoluto in Europa, superato solo dalla Serbia (157,9 per cento). Sono anche altre le anomalie che emergono dal Rapporto, che getta così non poche ombre sul sistema penitenziario italiano e non solo. Mentre in Francia al primo settembre 2009 non aveva una sentenza definitiva il 23,5 per cento dei detenuti, in Germania il 16,2 per cento, in Spagna il 20,8 per cento e nel Regno Unito il 16,7 per cento, in Italia questa percentuale schizzava al 50,7 per cento.
Altro dato che rende uniche nel Vecchio Continente le nostre carceri è la percentuale di persone condannate per reati previsti dalla legge sulle droghe. Italia fanalino di coda, inoltre, sull’applicazione di misure alternative al carcere. Se nel corso del 2009 hanno iniziato a scontare questo tipo di misure 123.349 persone in Francia, quasi 120 mila in Germania, 111.994 in Spagna e ben 197.101 persone nelle solo Inghilterra e Galles, in Italia le misure alternative alla detenzione sono diventate realtà solo per 13.383 persone.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©