Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CARDINALE BERTONE: "PIO XII VITTIMA DELLA PROPAGANDA SOVIETICA E COMUNISTA"


.

CARDINALE BERTONE: 'PIO XII VITTIMA DELLA PROPAGANDA SOVIETICA E COMUNISTA'
06/11/2008, 11:11

''La polemica sul cosiddetto silenzio di Pio XII, imputato di insensibilita' o addirittura di connivenza di fronte alla Shoah, e' strumentale, come del resto indicano con chiarezza le sue origini radicate nella propaganda sovietica gia' durante la guerra, una propaganda poi travasata in quella comunista durante la guerra fredda e infine rilanciata dai suoi epigoni". E' quanto dichiarato oggi dal Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato Vaticano.

STrano che dica questo, perchè i primi a dire che Papa Pio XII non mosse un dito per salvare gli ebrei dalla Shoah, sono proprio gli ebrei, come hanno dimostrato - last but not the least - le proteste del governo israeliano, di fronte alla prospettiva che Eugenio Pacelli venga santificato. In realtà, come sempre, è una questione politica. Nominare santo un Papa sarebbe un rafforzamento dell'integralismo che il Vaticano sta dimostrando sotto la gestione di Ratzinger (il Papa che ha l'infallibilità papale, l'ha anche adoperata talmente bene da assurgere al ruolo di Santo; e questo indirettamente è un rafforzamento della Chiesa nel suo complesso). Però farlo così, sic et simpliciter, lasciando malumori e rabbia in altre comunità come quella ebrea, potrebbe essere controproducente, perchè si rischia di ingenerare una campagna propagandistica contraria. E allora si cerca di ammorbidire certe asperità con interventi del genere, che cercano di difendere l'indifendibile. Basta ricordare - per prendere solo due episodi clamorosi - come Papa Pio XII non disse nulla per la strage delle Fosse Ardeatine, ma dopo la guerra il Vaticano aiutò parecchi criminali di guerra nazisti a nascondersi o ad espatriare in Sud America.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©