Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Caremar, Romano (Ugl): "Sciopero a Calata di Massa contro decurtazione acconti stipendio"


Caremar, Romano (Ugl): 'Sciopero a Calata di Massa contro decurtazione acconti stipendio'
04/09/2012, 14:28

“Oggi i lavoratori della Caremar hanno deciso di incrociare le braccia al porto di Calata di Massa, a Napoli, per protestare contro la decurtazione del 30 per cento degli acconti sul loro stipendio”.

Lo rende noto il segretario regionale dell’Ugl Trasporti - Mare e Porti Campania, Almerico Romano, aggiungendo che “si tratta di persone che stanno affrontando un lungo periodo di difficoltà ed incertezze, e che hanno diritto a risposte urgenti.  Da troppo tempo i dipendenti della Caremar affrontano problemi dovuti alle inadempienze della politica nel portare a termine il processo di privatizzazione dell’azienda”.

“L’attuale scadenza delle convenzioni – prosegue il sindacalista – ha infatti avuto come conseguenza il decadimento delle sovvenzioni. Ad oggi, quindi, è venuta meno la linfa vitale di un’attività che garantisce la mobilità dei cittadini isolani, e la sopravvivenza di 500 famiglie. Non c’è più tempo da perdere, ora le istituzioni devono intervenire al più presto”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©