Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Le compagnie si sono impegnate a ulteriori ribassi"

Caro benzina: Ministro "Impegno compagnie a ridurre prezzi"


Caro benzina: Ministro 'Impegno compagnie a ridurre prezzi'
08/05/2012, 18:05

ROMA - «Le compagnie petrolifere e i gestori si sono impegnati a procedere da subito a un ulteriore ribasso, dopo quello già registrato all'inizio di questa settimana». Lo assicura il ministero dello Sviluppo economico, al termine del tavolo sulla benzina di questa mattina. L'obiettivo è quello di «riavvicinare il prezzo medio Italia a quello medio europeo», visto che «i prezzi dei carburanti alla pompa in Italia sono tutt'ora superiori ai livelli medi» del vecchio continente. Nel corso della riunione, il ministero, sottolinea una nota di Via Veneto, «ha richiamato i rappresentanti della filiera dei carburanti alla necessità di allineare i prezzi dei prodotti petroliferi alla pompa all'andamento del mercato internazionale della materia prima raffinata, così da riavvicinare il prezzo medio Italia a quello medio europeo». E «le compagnie petrolifere e i gestori si sono impegnati a procedere da subito a un ulteriore ribasso, dopo quello già registrato all'inizio di questa settimana». Le recenti rilevazioni elaborate dall'Osservatorio Prezzi e Tariffe del Mise e i dati diffusi negli scorsi giorni dalla Commissione europea, prosegue la nota, dimostrano infatti che, al netto della componente fiscale, i prezzi dei carburanti alla pompa in Italia sono tutt'ora superiori ai livelli medi europei. Nel corso del tavolo, è stato fatto anche il punto sullo stato di attuazione della riforma della rete di distribuzione nazionale, avviata dal governo con il decreto Crescitalia. Il ministero dello Sviluppo economico, attraverso anche il Garante Prezzi, continuerà a monitorare la situazione «affinchè la situazione italiana si allinei con la media europea». Lo stesso monitoraggio sta avvenendo con il tavolo di confronto sulla dinamica dei prezzi del GPL. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©