Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Caro benzina. Verdi Ecologisti: "Napoli e provincia hanno la benzina più cara d' Italia"


Caro benzina. Verdi Ecologisti: 'Napoli e provincia hanno la benzina più cara d' Italia'
29/08/2012, 11:36

"Sono decine le pompe di benzina in Campania - denunciano il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli ed il garante regionale Carmine Attanasio - che hanno messo un litro di benzina a oltre 2 euro. Abbiamo contato solo tra Napoli e provincia ben 21 distributori che vendono il carburante sopra i 2.039 euro a litro. Sui nostri territori la benzina viene venduta ai prezzi più alti d' Italia. La speculazione sta correndo con aumenti anche di 5 centesimi a settimana soprattutto ad Ischia e Capri dove ci sono poche pompe di benzina e le grandi compagnie gestiscono in regime di monopolio assoluto l' intero comparto. I comuni più compiti dal fenomeno dell' aumento assurdo dei prezzi dovrebbero secondo noi realizzare dei distributori municipali per vendere il carburante a prezzi di costo. Inoltre noi riteniamo che in particolare Ischia, Capri e Procida dovrebbero investire sul trasporto elettrico per ridurre al minimo l' inquinamento e sottrarsi a questa inaccettabile situazione che va avanti da troppo tempo a danno di turisti e residenti". 
"Non mi sottraggo - spiega l' imprenditore isolano Ottorino Mattera che sta lavorando al progetto di vendere il carburante nei supermercati - al confronto pubblico sul costo del carburante ad Ischia. Per me la vendita al dettaglio come avviene ad opera delle coop al nord è la migliore. Qualcuno dice che l' iniziativa è pericolosa senza pensare che anche i detersivi, la plastica, l' alcol, le colle e le vernici regolarmente vendute in tanti negozi sono altamente infiammabili. Non si lancino improbabili allarmi per bloccare l' iniziativa e mantenere i prezzi del carburante alle stelle ed in regime di monopolio sull' isola".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©