Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

I dati emergono da "Prestiti.it"

Caro scuola, in 40 mila chiedono prestito per studiare


Caro scuola, in 40 mila chiedono prestito per studiare
31/08/2011, 19:08

ROMA – Fatica, impegno, sacrifici, ma anche tanti e tanti soldi. Oggi, per chi decide di studiare non è più tanto semplice. Molte sono, infatti, le famiglie costrette a richiedere un finanziamento per iscrivere i propri figli all’università, a scuole di specializzazione.
A confermare il boom del caro scuola sono i dati rilevati da Prestiti.it, il broker online che aiuta a scegliere il miglior finanziamento personale. Dai dati emerge che, sono
oltre 40 mila gli italiani che richiedono un prestito per finanziare i propri studi o quelli dei figli. C’è chi utilizza il prestito personale per pagare le tasse universitarie, chi la propria formazione post laurea, chi per sovvenzionare una vita da fuori sede. C’è, poi, anche chi vuole permettersi i master migliori in facoltose università private. L’età media di chi richiede un prestito è di 38 anni, mediamente vengono chiesti 10.500 euro che dovranno essere restituiti in 51 mesi, poco più di 4 anni. Oltre il 15% delle richieste di finanziamento, è sottoscritto proprio dai diretti interessati, studenti che fanno ricorso al credito al consumo per completare la propria formazione. Scendono, in questo caso, sia l’età media del richiedente, che si ferma a 25 anni, sia il valore del prestito richiesto: 9.500 euro. I genitori, o chi per loro, però, dovranno fare da garanti. 

A preoccuparsi della formazione sono soprattutto le donne. A livello territoriale, guida la classifica degli importi richiesti la Sardegna (con 14.900 euro), la Lombardia (12.800) e il Trentino (12.000); le zone in cui si richiedono finanziamenti minori, invece, sono Abruzzo (8.000 euro), Umbria e Veneto (entrambe con 8.100 euro).

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©