Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Diego Guida:”Se ci sarà aumento, sarà pari allo 0,2%”

Carolibri ? Forse solo cattiva informazione

Stop alle cedole, le librerie attendono 4 ml di € dal Comune

.

Carolibri ? Forse solo cattiva informazione
09/09/2011, 17:09

NAPOLI – Parafrasando un vecchio detto che cita “anno nuovo vita nuova” possiamo dire,” anno scolastico nuovo ma problemi di sempre”.La problematica che si aggiudica il podio più alto è senz’ altro il costo dei libri, ribattezzato con il termine carolibri. Ma a questo proposito è un degli editori più conosciuti a Napoli, il Professore Diego Guida che in un intervista telefonica alla nostra emittente ha dichiarato: “ Il carolibri sembra essere più una questione di cattiva informazione, che un problema economico vero e proprio, infatti se di aumenti si può parlare questi rientrerebbero nell’ ordine dello 0,3% / 0,5%” . Come esempio, sempre Guida, porta il costo dei libri di testo che deve sostenere una famiglia che iscrive il figlio ala scuola media, il costo che dovrà sostenere è di circa 300 €, vale a dire, diviso i mesi di scuola, circa 30 € mensili che incidono sul bilancio familiare, più o meno un solo € al giorno, quasi il costo di un caffè. Poi sposta l’ attenzione sui libri delle scuole elementari, quelli che solitamene vengono elargiti dal Comune a mezzo di cedole che poi vengono rimborsate alle librerie. Qui la dichiarazione di Guida è un pochino più risentita, in quanto il Comune di Napoli non ha ancora saldato le cedole da diversi anni ad oggi raggiungendo un debito di circa 4 milioni di €. L’ editore fa questo appunto, in qualità anche di rappresentante di categoria, nonostante sia rincuorato, ma solo nell’ animo, dalla dichiarazione del Presidente della commissione Comunale scuola, il Consigliere Salvatore Pace, che in un’ intervista ha asserito di comprendere gli editori ma che il loro rifiutare le cedole emesse da palazzo San Giacomo, non è accettabile come non lo è il fatto che alcuni di questi dovessero approssimarsi al fallimento perché anticipando sempre di tasca propria, senza mai ricevere pagamenti vedrebbero poi evaporare le sostanze con le quali gestire e mandare avanti le loro attività imprenditoriali. Ma conclude Guida, dicendo di percepire spiragli positivi sulla questione, questo dovuto anche dal fatto che il Sindaco de Magistris a seguito di un incontro avvenuto alla fine di luglio,con i rappresentanti del settore, ha poi fatto emettere un pagamento con una cifra pari a 700000 € , poca cosa rispetto ad un debito di 4 milioni, ma pur sempre un segno di positività e di presenza dell’ Amministrazione Comunale che vuole esserci per tutti i cittadini.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©