Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lampedusa, Linosa e Pantelleria: numerosi gli arrivi

Caruso: “Il centro di Mineo? Realtà entro due giorni”

A disposizione degli immigrati anche diverse caserme

Caruso: “Il centro di Mineo? Realtà entro due giorni”
08/03/2011, 13:03

PALERMO - Non cessa l’emergenza sbarchi a Lampedusa. Nessuna tregua, insomma, e anche per oggi si prevede l’arrivo di altre centinaia di migranti, nonostante le condizioni del mare non siano favorevoli alla traversata dalle coste tunisine. Dopo le imbarcazioni giunte poco prima di mezzanotte, si sono susseguiti altri arrivi. Il prefetto Giuseppe Caruso, commissario governativo per l’emergenza immigrazione, intanto è giunto nel centro di accoglienza di Lampedusa per una verifica della situazione dopo l’ondata di sbarchi nelle ultime ore. Nella struttura si trovano allo stato attuale 1.618 persone, tra cui 8 donne e 71 minori. Proprio da Caruso sono arrivate le prime rassicurazioni nei confronti di una situazione che via via diventa sempre più insostenibile. Il “Villaggio della solidarietà” destinato ad ospitare nell’ex “Residence degli aranci” di Mineo, in provincia di Catania, circa duemila rifugiati politici potrebbe diventare realtà entro i prossimi due giorni. È infatti questa la previsione del commissario straordinario per l’emergenza immigrati che da Lampedusa ha annunciato l’imminente trasferimento dei rifugiati nella struttura siciliana. E non solo. Caruso, oltre al Residence della Solidarietà, ha annunciato anche l’identificazione di altri siti da destinare all’emergenza immigrati. In particolare si tratta di siti sul territorio nazionale e tra questi anche di caserme. Proprio nei giorni scorsi su Mineo si era accesa la plemica: il governo, che per l’apertura del centro aveva proposto agli amministratori locali un patto sulla sicurezza, aveva incassato il sì della maggior parte dei sindaci del Calatino, ma anche il secco rifiuto da parte dei Comuni più grossi, tra i quali proprio quello di Mineo.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©